2

I gas serra emessi dagli allevamenti animali costituiscono secondo la FAO il 30% dell’inquinamento atmosferico (perché il metano emesso dagli animali è 100 volte più dannoso della CO2) e quindi hanno la stessa responsabilità come il traffico e l’industria. I riscaldamenti privati hanno molto meno importanza x il disastro climatico che non gli allevamenti.
Le mie proposte sono:
– tassa su carni e latte animale (soprattutto provenienti dal complesso bovino)
– obbligo per l’industria agroalimentare animale di catturare il metano nelle stalle emesso dagli animali e utilizzarlo per produrre energia e calore (come già avviene in qualche azienda in Europa)
– proibire la pubblicità nelle massmedia a favore dei prodotti animali che sono tutti estremamente inquinanti
– fare pubblicità statale nelle massmedia contro la carne/latte x motivi climate pollution
– fare educazione/sensibilizzazione nelle scuole sul tema allevamenti
– collaborare con il ministero della sanità x salvare il nostro sistema sanitario che è caricato di costi impagabili derivanti dalle malattie degenerative che vengono causate dal consumo di prodotti animali
– fare incentivi economici più solo a aziende agricole che convertono allevamenti animali in solo coltivazioni vegetali
– fare sovvenzioni economiche a chi non mangia prodotti animali
– abbassare l’IVA del 22% al 4% o a zero su i prodotti sostitutivi come latte vegetale, formaggi e salumi vegetali etc.