14
3 mesi agoPubbliche0

– Ridestinare i fondi attualmente utilizzati per sostenere gli allevamenti intensivi alla produzione agricola sostenibile (non solo agricoltura biologica, ma anche micro progetti di permacultura / agro-ecologia) e agli allevamenti rispettosi della dignità dell’animale durante ogni fase della sua vita. Ciò vale non solo per la produzione di carne, ma anche di latte, uova, e più in generale per ogni prodotto di origine animale.
– Impedire la vendita nel territorio italiano di pesce di cui non sia certificata la sostenibilità di ogni singola fase, dalla pesca al prodotto finale, sia per quanto riguarda l’ecosistema, sia per il sostentamento delle popolazioni locali (vedi caso Senegal).