1

Sostenere finanziariamente la ricerca scientifica e l’innovazione, e incrementare le campagne di informazione e sensibilizzazione rivolte a cittadini, amministrazioni locali e categorie produttive, sia per ridurre a monte sia per recuperare i rifiuti dispersi in mare e lungo le coste (marine litter), costituiti per il 96% da plastica, così da preservare la biodiversità marina e salvaguardare gli habitat per usi ed attività delle generazioni future. I rifiuti plastici presenti nel mare costituiscono anche un grave inquinante della nostra catena alimentare. Sarà quindi necessario ridurne l’uso in agricoltura e limitare il più possibile il rischio che questi finiscano nel suolo, apportando quindi un sostanziale aumento della sicurezza alimentare e della salute umana.