1
9 mesi agoPubbliche0

Tutte le grandi città d’Italia (es. capoluoghi di provincia, città sopra i 50 mila abitanti ecc.) sono tenute a presentare un piano organico per una rete ciclabile urbana sul modello nord europeo (in particolare Copenhagen, dove le strade sono pianificate dalla società Copenhagenize). Questo piano deve prevedere una RETE (non sperimentazioni o singole brevi tratte), anche attraverso misure relativamente poco costose (installazione di cordoli per delimitare un’area della carreggiata da destinare alle biciclette) e deve essere reso operativo entro una scadenza da definire a livello nazionale.