12
9 mesi agoPubbliche3

Produzione di energia: a volte rinnovabile non coincide con sostenibile. L’eolico industriale e il fotovoltaico sulle aree verdi non sono sostenibili, arricchiscono pochi, devastando ambiente, paesaggio e cervelli di tutti. Dovrebbe essere incentivata automaticamente invece, poiché realmente sostenibile, la micro-produzione diffusa sugli edifici già esistenti da parte dei singoli e delle famiglie. La ricchezza si distribuirebbe in modo più equo con la riduzione delle bollette, la creazione di migliaia di posti di lavoro tra piccole aziende green, installatori e manutentori; si otterrebbe la drastica riduzione di importazione di gas e petrolio, con una diminuzione di questo deficit e maggiori risorse da dedicare a servizi essenziali e riforestazione. Nel documento di base manca proprio questa voce fondamentale: la produzione sostenibile di energia da fonti rinnovabili. Si dovrebbe bloccare qualsiasi incentivo alla produzione di energia da fonti rinnovabili a dimensione industriale su aree verdi agricole e selvatiche, per spostare gli incentivi energetici verso la dimensione individuale, famigliare ed artigianale.