1

Occorre assicurare coerenza tra le molte norme esistenti, spesso poco chiare e scarsamente coordinate se non addirittura confliggenti, per porre rimedio a un’impasse burocratico che rende la transizione verso un’economia circolare una corsa a ostacoli, soprattutto per le imprese del settore. Ad esempio ci sono operatori economici che fanno investimenti importanti in eco-innovazione, anche per anticipare la domanda della PA, ma poi non vengono autorizzati a collocare i prodotti sul mercato perché manca una disciplina puntuale dei criteri di cessazione della qualifica di rifiuto (EoW criteria) di determinati flussi di materiali.