1

Strutturare un percorso di accompagnamento delle stazioni appaltanti per affrontare adeguatamente le sfide culturali e tecniche connesse all’applicazione del GPP, secondo un approccio sistemico con stadi di avanzamento successivi: rendere il GPP una componente obbligatoria nelle materie dei concorsi pubblici; integrare un “referente tecnico GPP” nell’organico di ciascun ente; ricorrere a possibili riorganizzazioni interne per valorizzare le competenze eventualmente già presenti all’interno degli enti e rendere più sostenibili i carichi di lavoro; prevedere percorsi di formazione il cui esito rilevi ai fini della valutazione della performance individuale, delle progressioni economiche orizzontali (PEO) e di quelle per l’accesso alla categoria superiore (c.d. “verticali”); prestare molta attenzione nella nomina di componenti delle Commissioni giudicatrici delle offerte che siano all’altezza del ruolo; configurare la mancata o errata applicazione del GPP come causa di responsabilità amministrativo-contabile dinanzi alla Corte dei Conti.