1

È importante prevedere una progressiva transizione dal “Green Public Procurement” (GPP) al “Sustainable Public Procurement” (SPP), ciò per combinare i 3 pilastri della sostenibilità (ambientale, economico e sociale). Lo stesso Codice dei Contratti delinea un sistema di “appalti pubblici sostenibili” (non più soltanto “verdi”) con criteri ispirati a esigenze sociali, nonché alla tutela della salute, dell’ambiente, del patrimonio culturale e alla promozione dello sviluppo sostenibile, anche dal punto di vista energetico.