1

Ad esempio, al giorno d’oggi si calcola che soltanto il 5% delle batterie al litio giunte a fine vita venga riciclato: una situazione molto grave se si considera il gran numero di materiali di valore che contengono (es. cobalto, litio, nichel). In Italia addirittura non esiste alcun impianto di riciclo, per cui le batterie raccolte a fine vita vengono spesso inviate all’estero e non è facile tracciarne la destinazione. In vista dell’enorme flusso di batterie (principalmente al litio) a fine vita che si produrrà nei prossimi anni, e, in assenza di una normativa specifica sul fine vita, è necessario predisporre un pacchetto legislativo per assicurare il recupero di pile e accumulatori al litio portatili ed industriali, considerando l’enorme valore che ancora conservano dopo l’utilizzo. Una normativa chiara e specifica su questo settore potrebbe inoltre favorire la nascita dell’industria del riciclo anche nel nostro Paese.